fbpx

SPrint: dal sociale al social il passo è breve

Cooperazione e personalizzazione di abbigliamento sono due realtà che vanno spesso a braccetto e che ha dato vita a diverse realtà in cui si intrecciano progetti sociali, storie di vita e la necessità di confrontarsi quotidianamente in un mercato competitivo e che non tiene conto solo del messaggio sociale ma anche della qualità del prodotto finale.

SPrint (acronimo di Social Print) Cooperativa Sociale Onslus, è una realtà di Lecco con un progetto sociale ben definito e che, a piccoli passi, ha consolidato una clientela variegata fatta di aziende, privati, realtà del sociale coinvolte sia in termini di CSR (Corporate Social Responsability) sia per la qualità dei prodotti.

Abbiamo scambiato due parole con Emanuele Sala, presidente della cooperativa, che ci ha spiegato perché SPrint ha deciso di affacciarsi al mondo dei social media con una visibilità sulle piattaforme sul web più strutturata rispetto al passato.

Di cosa si occupa la cooperativa e quali sono le peculiarità?

Sprint nasce nel 2015. È una cooperativa sociale di tipo B ed ha come obiettivo principale l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. L’attività lavorativa che ci permette di raggiungere questo obiettivo è la vendita di abbigliamento ed articoli promozionali personalizzati: grazie all’acquisto di prodotti neutri a prezzi del mercato all’ingrosso e attraverso la customizzazione attraverso la stampa serigrafica, il ricamo e la stampa digitale.
Offriamo ai nostri clienti una consulenza che permettere loro di scegliere i prodotti più adatti alla loro esigenze: abbigliamento professionale/da lavoro, abbigliamento promozionale, sportivo e gadget per fiere ed eventi. 

Il personale della cooperativa collabora dal 2007 nello stesso settore e ha raggiunto un livello di esperienza che ci permette di offrire ai nostri clienti un servizio di stampa o di ricamo di alta qualità, sia grazie alla manodopera professionalizzata, sia al parco macchine in continuo aggiornamento ed evoluzione. I macchinari del nostro laboratorio ci consentono inoltre di gestire commesse di piccole o grandi quantità, mantenendo sempre tempi di lavorazione contenuti e standard qualitativi alti.

il progetto sociale ci vede collaborare con molti enti del territorio come la Psichiatria dell’Ospedale di Lecco, l’Ufficio collocamento fasce deboli della Provincia di Lecco, la scuola CFPP, il Centro Don Guanella, Confcooperative dell’Adda.

Che valore e senso ha per una cooperativa come la vostra attivare una web marketing e social media strategy?

Penso che una cooperativa sociale di tipo B come la nostra debba ragionare in termini di comunicazione e promozione dei propri servizi come una normale attività for profit e come tale deve usare strumenti moderni e in linea con quelli usati da altre realtà del mercato. Tutto il nostro impegno nel campo del sociale non potrebbe esistere e svilupparsi senza il raggiungimento di un buon numero di commesse e specifici livelli di fatturato.

In questo ultimo periodo, il web e i social media sono lo strumento più efficace per pubblicizzare i propri prodotti e i servizi e far conoscere la propria realtà, raggiungendo il maggior numero possibile di persone in target. Inoltre questi strumenti permettono un monitoraggio in tempo reale dell’andamento delle proprie campagne e offrono una reportistica accurata che ci fa capire che ritorno c’è stato sugli investimenti fatti.

Quali sono gli obiettivi di SPrint in termini di marketing?

La strategia di marketing messa in atto nell’ultimo hanno ha un duplice obiettivo, a breve e lungo termine: 

  1. Aumentare la nostra visibilità al di là dei clienti consolidati che conoscono la nostra mission sociale e professionale.
  2. Raggiungere nuovi contatti realmente interessati ai nostri servizi, su un territorio più ampio di quello attuale per lo specifico servizio di vendita e personalizzazione di abbigliamento da lavoro.

Quale strategia e quali strumenti sono stati utilizzati?

Complice il Covid-19, quest’anno alcuni settori come quello degli eventi e tutte le realtà che li organizzano soprattutto nel periodo estivo hanno avuto una flessione: il nostro mercato si è rimodellato e abbiamo quindi cercato di puntare sull’abbigliamento da lavoro, molto richiesto in una provincia produttiva come la nostra, ma nella quale il nostro nome non è ancora molto conosociuto.

Per raggiungere questi due obiettivi posti per il breve e lungo periodo sono stati inizialmente individuati gli strumenti, le strategie, i target e i budget. Consapevoli che ogni social ha il suo linguaggio e il suo target,  abbiamo creato piani editoriali differenziati su Facebook, Instagram e Linkedin, e campagne di lead generation su Google ADS con landing page realizzata ad hoc e inserzioni sponsorizzate sulle piattaforme social. 

Sulle singole piattaforme social sono state previste pubblicazioni differenti (media, formato, linguaggio) ma coordinate, per permettere di arrivare al target individuato e raggiungere così gli obiettivi prefissati nel piano di marketing digitale.

In generale abbiamo imparato a raccontare la nostra realtà con nuovi strumenti dando risalto al progetto sociale, sfatando il pregiudizio che sociale non vuol dire professionale o di qualità.

Abbiamo conosciuto il “lato professionale” dei social che permette ad una realtà colorata come la nostra di esprimere ciò che siamo, quello che facciamo con un linguaggio ad hoc per diverse tipologie di interlocutori e clienti.

Contattaci per progettare realizzare la tua marketing strategy!

    Ho preso visione dell'informativa sulla privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679 e dalla vigente normativa nazionale in termini di Privacy.